Porsche 918 Spyder

Al Salone di Ginevra è stata presentata come concept car nel 2010, evoluta, perfezionata si è presentata al Salone di Francoforte 2013, come una supercar ad altissime prestazioni la Porsche 918 Spyder, gioiello a tiratura limitata (soltanto 918 esemplari) capace di distinguersi per una serie di particolarità che ne fanno un modello unico nella ristrettissima elite delle superibride, sicuramente figlio del progetto più ardito e complesso della casa tedesca.

porsche-918-spyder-xl

Mai prima s’era vista infatti un’auto con tre propulsori (due elettrici, uno a benzina) destinata non alla pista ma alle strade di tutti i giorni, guidabile cioè da chiunque, purché provvisto d’un sostanzioso conto in banca. Entrare in possesso della super Porsche di ultima generazione richiede infatti una spesa di 793.914 euro. Tanti soldi, anche se – questo bisogna sottolinearlo – molti meno del milione e 400mila euro necessari per acquistare La Ferrari (“tirata” in 499 unità) e del milione tondo richiesto dalla McLaren per la P1 (375 esemplari). 

slide-5.3.1

La Porsche 918 Spyder è una ibrida plug-in dotata di un motore a benzina V8 4,6 litri da 608 cv (teste in alluminio, bielle in titanio, sistema di scarico in Inconel, costosissima lega a base di nichel leggero), collegato ad un propulsore elettrico, sistemato in posizione posteriore centrale, che a sua volta eroga altri 156 cv, trasmettendo la potenza alla ruote posteriori tramite un cambio doppia frizione (Pdk) a 7 marce. Davanti c’è un terzo motore elettrico, più piccolo, con potenza di 129 cv, che invece è collegato direttamente alle ruote anteriori.

P10_02491

Prestazioni da vera supercar. Consumi e rispetto ambientale a parte, la Porsche 918 Spyder è una autentica supercar: una biposto con carrozzeria bassa e profilata, utilizzabile sia in configurazione aperta sia chiusa (il tetto, diviso in due parti, può essere smontato facilmente e alloggiato nel vano bagagli), in grado di raggiungere la velocità massima di 345 km/h, con accelerazione 0-100 in 2,6 secondi (7,3 sullo 0-200). I pochi privilegiati che ne sono già entrati in possesso (le consegne hanno avuto inizio a dicembre 2013) ne hanno ricavato impressioni entusiasmanti.

porsche918aerial

L’aspetto più bello di tutta la faccenda, comunque, è che Porsche con questa vettura sta dimostrando che è possibile creare una supercar politicamente corretta. Capace appunto di muoversi in città senza dar fastidio a nessuno in termini di rumore ed emissioni, ma anche di continuare a regalare prestazioni ed emozioni fuori dal comune. Che al momento sono alla portata di pochissimi (918 persone, per l’esattezza), ma che prima o poi verranno trasferite via via verso vetture più accessibili.

porsche-918-spyder-reveal-photos-gallery-frankfurt-specs-official-6

fonte: www.motori.ilmessaggero.it/