La 911 modello 1997 (996)

PORSCHE911Carrera-996--2914_2

 

La grande svolta nella storia 911: la Tipo 996, prodotta dal 1997 al 2005, era una 911 completamente nuova che, tuttavia, non aveva perso il carattere tipico di un classico. Come novità assoluta, questa prima generazione sarà spinta, per la prima volta, da un motore boxer raffreddato ad acqua che, grazie alla tecnica a quattro valvole, sviluppa 300 CV e annuncia una nuova tendenza in tema di emissioni, acustica e consumi.

Il design è una nuova interpretazione della classica linea 911 e stabilisce un basso valore di Cx pari a 0,30. Lo stile della 996 è anche il risultato del concetto di similitudini con il modello di successo Boxster. La caratteristica principale: il gruppo ottico frontale con indicatori di direzione integrati, inizialmente criticato e poi spesso copiato da altri costruttori. Un abitacolo completamente rinnovato che accoglie il guidatore.

E un comfort di guida abbinato alle tipiche caratteristiche sportive svolge un ruolo importante. Grazie a numerose nuove versioni, Porsche avvia con la 996 un’offensiva di prodotto mai vista prima.

A partire dal 1999, il fiore all’occhiello della gamma è rappresentato dalla 911 GT3, che perpetua la tradizione della Carrera RS. Dall’autunno del 2000, la 911 GT2 viene offerta come vettura supersportiva dotata, per la prima volta di serie, dell’impianto frenante in carboceramica.

Fonte: porsche.com